Politica

Letta nell’incontro con Draghi: “Il metodo Salvini non va bene” 

Il segretario del Pd: "Basta stare con un piede dentro e uno fuori" 

Acque agitate nella larga e trasversale maggioranza che sostiene il governo Draghi. A quanto si apprende da fonti del Nazareno, il segretario del Pd Enrico Letta ha espresso, nell’incontro con il premier, “insoddisfazione verso il metodo Salvini“.

Letta a Draghi: “Insoddisfazione per metodo Salvini, serve rispetto”

Il Partito democratico chiede correttezza e rispetto nell’impegno comune dei partiti della maggioranza nel sostegno all’esecutivo. “Basta stare con un piede dentro e uno fuori”, dicono al Nazareno.

Bene il Piano di ripresa e resilienza, ora giovani al centro

Soddisfazione “per la tempistica ed i contenuti del Recovery” è stata poi espressa dal segretario dem a Mario Draghi nell’incontro a Palazzo Chigi. Ora, spiegano dal Nazareno, si apre una fase nuova e per il Pd è necessario: una grossa spinta sul lavoro con decontribuzione per nuova occupazione e la detassazione per le nuove attività imprenditoriali; sul turismo con il piano Vacanza italiana 2021 su cui il Pd sta lavorando e sui giovani. Per Letta i giovani devono essere al centro della ricostruzione del paese dopo la grave crisi economica.

Per il segretario dem, spiegano al Nazareno, i giovani devono essere al centro della ricostruzione del paese perché dopo la grave crisi economica sono stati marginalizzati e questo ha creato nella società frustrazione, disagio e possibili conflitti sociali. Sui giovani il Pd chiede un impegno in 3 direzioni: la casa, l’occupazione, e il sostegno psicologico ai ragazzi per i danni causati dal lockdown e dalla dad.

Articoli correlati

Back to top button