Cronaca

Morto Peter de Vries, giornalista investigativo olandese: ucciso in un agguato in strada

"Peter ha vissuto secondo la sua convinzione: 'In ginocchio non c'è modo di essere liberi'"

Peter R. de Vries, il giornalista investigativo olandese è morto. Lo riferisce il quotidiano olandese De Telegraaf ricordando che il reporter di cronaca nera era stato gravemente ferito al testa da colpi di arma da fuoco il 6 luglio. Aveva 64 anni.

È morto Peter de Vries, giornalista investigativo ucciso in un agguato

“Peter ha combattuto fino alla fine, ma non è stato in grado di vincere la battaglia. È circondato dalle persone che lo amano”, è il comunicato inviato dalla famiglia che ne ha annunciato il decesso. “Peter ha vissuto secondo la sua convinzione: ‘In ginocchio non c’è modo di essere liberi'”.

Chi era Peter de Vries, il giornalista investigativo olandese: vita e carriera

Peter Rudolf de Vries, 14 novembre 1956 – 15 luglio 2021, è stato un giornalista investigativo e cronista di cronaca nera olandese. Il suo programma televisivo Peter R. de Vries, misdaadverslaggever (Crime Reporter) (1995-2012) ha coperto casi di alto profilo e ha stabilito un record di ascolto televisivo olandese.

Nel 2005 ha fondato il suo partito politico che è stato sciolto poco dopo. Il 6 luglio 2021 è stato colpito alla testa dopo aver lasciato lo studio televisivo di RTL Boulevard ad Amsterdam dove era apparso come ospite. È stato portato in ospedale in condizioni critiche. Il 15 luglio è morto a seguito della sparatoria.

Articoli correlati

Back to top button