PoliticaSpeciale elezioni

Totoministri, circolano già i primi nomi per il futuro Governo

Circolano già i primi nomi per il futuro Governo che uscirà dalle elezioni del 25 settembre 2022

Tra meno di due settimane gli italiani andranno alle urne e già circolano i nomi dei ministri che formeranno il futuro Governo. Ha iniziato la Meloni che da Bruno Vespa ha preannunciato i suoi nomi nell’ipotesi di un “Se vinco io…”.

I primi nomi per i ministri del futuro Governo

Iniziamo dal Vice Premier, che sarà Matteo Salvini. Per il Sottosegretario della Presidenza del Consiglio abbiamo Antonio Tajani, indicato anche agli Esteri.

Per il Ministero degli Affari Interni, si fa il nome della senatrice palermitana Giulia Bongiorno, 56 anni, già ministro  nel primo governo Conte, avvocato penalista di indubbia fama. Importante la sua linea di difesa nei processi Andreotti, Piero Angela, il banchiere Pacini Battaglia, la magistrata di Milano Clementina  Forleo, Sollecito e Amanda Knox (delitto di Perugia). Numerosi sportivi si sono rivolti a lei come Totti, Bettarini, Doni, il  fiorettista Baldini.

Per il Ministero della Difesa, su tutti primeggia il gigante (1,96) Guido Crosetto. Conosce il Ministero. Ne era il sottosegretario nel governo Berlusconi (2008-2011). Ha un passato nella Dc e in Forza Italia. È cofondatore di Fratelli d’Italia (2012). In alternativa alla Difesa potrebbe andare allo Sviluppo Economico. Campo che conosce bene: è stato consigliere economico di Giovanni Goria, premier negli anni ‘80.

Giustizia

Circola con insistenza il nome dell’ex magistrato Carlo Nordio (Forza Italia). Trevigiano, 75 anni, famoso per aver condotto inchieste su Mani Pulite, Brigate  Rosse, Cooperative Rosse, Tangentopoli, vari sequestri di persona.

Sviluppo economico

Un solo nome, per ora: Giancarlo Giorgetti. Sta reggendo tutt’ora il Ministero col premier Draghi. È il vice di Matteo Salvini. E figlio di una operaia tessile e di un pescatore. Si è laureato alla Bocconi, è revisore contabile del comune di Varese.

Altri nomi

Giulio Tremonti (Beni culturali), Marcello Pera (Riforme), Fabio Panetta (Economia), Raffaele Fitto (Affari regionali), Massimo Garavaglia (Turismo), Paolo Barelli (Sport), Giovanni Donzelli (Turismo Mare), Licia Ronzulli (Istruzione).

Articoli correlati

Back to top button