Un candidato della Lega alle prossime Regionali in Campania chiede di far votare anche i malati covid

regionali-campania-candidato-lega-votare-malati-covid

Un candidato della Lega alle prossime Regionali in Campania lancia un appello al Prefetto di Napoli, Marco Valentini: consentire ai malati covid di votare

Un candidato della Lega alle prossime Regionali in Campania lancia un appello al Prefetto di Napoli, Marco Valentini: la richiesta è quella di consentire anche ai malati covid di votare “La quarantena domiciliare impedisce la piena partecipazione alla consultazione elettorale, compromettendo di fatto la regolarità delle elezioni.

Regionali Campania, candidato Lega chiede di far votare i malati covid

La febbre delle elezioni sale sempre di più, ma nell’era covid niente è più uguale a come ce lo ricordiamo, ma sembra che nessuno voglia prendere atto di questa cosa, compresi i politici.

La proposta

L’ultima proposta per incentivare l’elettorato a compiere il proprio dovere arriva da un candidato della Lega alle prossime Regionali in Campania, che ritiene la quarantena una misura troppo severa per quei cittadini che spasimano per esercitare il proprio diritto di voto. La malattia e la paura di contagiare gli altri potrebbero lasciar vincere il “partito dell’astensione”, un rischio che non si può correre.

Business e politica

Prima il business, come al Billionaire, prima la politica, lasciando uscire gli ammalati in quarantena, e poi, forse, in ultima analisi, la salute delle persone.

Diritto di voto

“Bisogna consentire agli elettori affetti da Covid-19 di poter esercitare il loro diritto al voto per le regionali. Il lentissimo screening in corso, con eventuale quarantena domiciliare una volta accertata la positività, impedisce la piena partecipazione alla consultazione elettorale“, si legge in una nota inviata da questo candidato.

Appello al Prefetto

“Lunedì 31 agosto scade il termine entro cui inviare la domanda al Comune di Napoli per poter votare a casa: ritengo sia doveroso far slittare tale scadenza almeno all’8 settembre in modo da favorire una maggiore partecipazione, riducendo l’astensionismo. Sono certo che il Prefetto Valentini accoglierà la richiesta e porrà subito la questione al Viminale. Altrimenti migliaia di cittadini saranno privati di un diritto costituzionale, compromettendo di fatto la regolarità delle elezioni”, conclude la nota.

TAG