Cronaca

Sciroppi per tosse, stop in Ue a farmaci con folcodina: “Rischio reazione allergica”

Sono emersi diversi problemi di salute per chi li ha assunti

Nuovo stop allo sciroppo per la tosse in Europa. L’Agenzia europea per i medicinali ha raccomandato la revoca delle autorizzazioni all’immissione in commercio nell’Ue per i medicinali contenenti folcodina, utilizzati per il trattamento di tosse secca, raffreddore e influenza. Questi farmaci non sono autorizzati in Italia.

Sciroppo per la tosse a base di folcodina: stop in Europa

Lo ha riferito l’Agenzia europea per i medicinali (Ema), spiegando che il suo comitato per la farmacovigilanza (Prac) ha concluso la revisione dei medicinali contenenti folcodina, che non sono autorizzati in Italia, raccomandando “la revoca delle autorizzazioni all’immissione in commercio nell’Ue per questi farmaci”. Sono infatti emersi diversi problemi di salute per chi li ha assunti.

Cos’è la folcodina e perché è rischiosa

La folcodina è un amino alchil etere della morfina sintetizzato per la prima volta e brevettato dai laboratori Dausse, diretti da Charles-Henri Génot dopo la morte di Émile Boulanger. Il composto presenta attività di sedazione della tosse, ad azione centrale, simile a quella del destrometorfano.

Il farmaco è controindicato nei soggetti con ipersensibilità individuale al principio attivo oppure ad uno qualsiasi degli eccipienti della formulazione farmacologica. Inoltre va tenuta presente una controindicazione relativa nei soggetti affetti da insufficienza renale o insufficienza epatica. L’uso in soggetti con problemi respiratori gravi (broncopneumopatia cronica ostruttiva, asma bronchiale, bronchiectasie, insufficienza respiratoria) richiede cautela e monitoraggio della saturazione in ossigeno

Articoli correlati

Back to top button