Cronaca

Sequestrati 500 pupazzi di Huggy Wuggy e Kissy Missy

I pupazzi non avevano un’etichettatura conforme con le norme di tracciabilità che ne consentono la vendita in Italia

SequestratiMilano nei giorni scorsi 500 pupazzi in peluche non a norma con le fattezze di Huggy Wuggy e Kissy Missy. Si tratta di un personaggio in famoso tra i bambini appassionati di videogiochi. I giocattoli sono stati sequestrati dalla polizia locale del capoluogo lombardo presso un rivenditore-grossista di via Rosmini in seguito a un controllo. Secondo quanto accertato, i pupazzi non avevano un’etichettatura conforme con le norme di tracciabilità che ne consentono la vendita in Italia.

Sequestrati i pupazzi di Huggy Wuggy e Kissy Missy

Riportavano infatti solo la scritta “made in China” senza le avvertenze d’uso, il nome dell’importatore e del fabbricante. Per questo, oltre al sequestro dei 500 pezzi, la Polizia locale ha elevato al titolare dell’esercizio commerciale, nato in Cina nel 1971, una sanzione di 5.000 euro. I pupazzi venivano venduti al pubblico a 2 euro ciascuno a seconda delle dimensioni ed erano accatastati in alcuni scatoloni appoggiati sul pavimento, in evidenza e a disposizione della clientela.

Nei giorni scorsi, il personaggio di Huggy Wuggy è stato messo sotto i riflettori dalla polizia postale. Il protagonista del videogioco horror Poppy Playtime potrebbe causare dei traumi nei bambini di età inferiore ai 12 anni.

Articoli correlati

Back to top button