Curiosità

La cannabis legale anche nel piatto: guida ai prodotti da assaggiare

Molto chiacchierata in termini di proibizionismo e legalizzazione, la cannabis è una pianta dalle proprietà benefiche e nutritive

Molto chiacchierata in termini di proibizionismo e legalizzazione, la cannabis è una pianta dalle proprietà benefiche e nutritive. Appartiene alla famiglia delle cannabacee e se ne conoscono due varietà, la sativa (canapa) e la indica (canapa indiana). Nota comunemente con il nome di canapa, la cannabis è una pianta angiosperma composta da più elementi, i più noti dei quali sono i principi attivi THC e CBD.

Il THC (tetraidrocannabinolo) è una sostanza psicotropa e deriva dalle infiorescenze della pianta. Assumere THC produce sensazioni di euforia, rilassamento e alterazione della percezione spazio-temporale.

Il CBD (cannabidiolo), a differenza del THC, non ha effetti psicotropi e non dà assuefazione, ma gli effetti sono rilassanti, antinfiammatori e antidolorifici, motivi per cui, già nell’antichità, la cannabis veniva usata come pianta curativa, avendone riconosciute le proprietà nutritive e la funzione di antiossidante naturale. Il CBD è legale in molti paesi del mondo proprio perché privo di effetti psicoattivi.

Dal 2016, in Italia, è in vigore la normativa sulla canapa approvata dalla Legge n. 242, che promuove la coltivazione e la filiera agroindustriale della canapa, denominata scientificamente cannabis sativa L, destinata alla produzione di fibre o per altri usi industriali, utilizzando semi certificati, secondo le indicazioni dettate dal Ministero delle politiche alimentari, agricole e forestali.

Per considerare a norma i prodotti realizzati con la cannabis legale è necessario che la percentuale di THC contenuta sia inferiore allo 0,6%. Ci si riferisce a questo quando si parla di canapa leggera. Inoltre, in merito alla vendita della cannabis, il produttore dovrà conservare per un anno tutti i documenti che certificano l’acquisto di un seme finché la pianta non sarà venduta, per tutelare ancor più l’acquirente rispetto alla qualità del prodotto.

In seguito all’introduzione della normativa n. 242/2016, gli effetti positivi del CBD hanno suscitato l’interesse della comunità scientifica, dal momento che la cannabis viene considerata un’importante alleata per combattere molti disturbi e malattie croniche, tra cui disturbi ossessivo-compulsivi, disturbi post-traumatici derivanti da stress, psicosi, vuoti di memoria, epilessia, insonnia.

Prodotti realizzati con la cannabis legale

Nel rispetto della normativa vigente, dunque mantenendo il livello di THC al di sotto dello 0,6 %, e grazie alle più moderne tecnologie di estrazione, si possono utilizzare i cannabinoidi per produrre molti prodotti nel settore alimentare e nella cura della persona.

Prima di acquistare un prodotto a base di CBD, però, è necessario assicurarsi in merito alla qualità e che i principi attivi vengano estratti dalle infiorescenze utilizzando metodi non dannosi alla salute.

Tra i migliori prodotti a base di cannabis legale, si elencano:

  • Caffè: il sapore è concentrato e morbido e la presenza del CBD dona un aroma piacevole che dà il giusto sprint per affrontare la giornata. Il caffè a base di CBD combatte l’ansia o il tremore, effetti negativi in genere associati all’assunzione di caffeina.
  • Tè e tisane alla canapa: la concentrazione di cannabidiolo è compresa tra 1,6-1,7% e sono ottenuti miscelando foglie e fiori della canapa bio. Privata della sostanza THC, la cannabis ha caratteristiche curative e nutrizionali e viene paragonata a un integratore. Bere tè alla canapa attiva il sistema immunitario e aiuta a prevenire le malattie polmonari. In Italia sono molto vendute nei cannabis light shop le tisane di CanapaFarm, azienda produttrice di canapa legale sativa proveniente da coltivazioni artigianali e naturali 100% italiane, attraverso l’impiego di prodotti e fertilizzanti per l’agricoltura biologica.
  • Integratori alimentari a base di canapa: creati dall’estrazione dell’olio di canapa, favoriscono una dieta equilibrata e sono ricchi di fibre alimentari che aiutano la digestione. Ricchi di omega 3 e omega 6, però, sono molto calorici, dunque non bisogna abusarne, e comunque è consigliato consultare il medico prima di assumerli.
  • Sapone detergente a base di canapa: è un prodotto naturale al 100% ad impatto zero sull’inquinamento, rende la pelle liscia già dal primo utilizzo ed è indicato anche per le pelli più delicate.
  • Creme per il viso: utilizzandole quotidianamente, il viso riacquisterà elasticità poiché la canapa contiene acidi grassi essenziali che idratano in profondità la pelle e combattono la disidratazione. Composta da vitamine e sali minerali e dall’effetto antiossidante, la crema a base di canapa previene le infiammazioni cutanee ed è efficace per le pelli irritate e arrossate o in caso di dermatite.
  • Siero per capelli: il CBD riduce l’effetto crespo, dona morbidezza, lucentezza e forza ai capelli danneggiati.
  • Assorbenti interni: così come la cannabis viene utilizzata per alleviare i dolori mestruali, allo stesso modo gli assorbenti interni contenenti THC e CBD entrano a contatto col flusso sanguigno attraverso la membrana mucosa e vanno ad agire sul sistema endocannabinoide, donando sollievo dai crampi e dalle fitte mestruali.
  • Gomma da masticare e caramelle gommose: per rilassare la mente durante la giornata, la gomma da masticare alla cannabis e le caramelle alla cannabis sono forse i metodi più discreti per assumere CBD e THC ovunque ci si trovi.
  • Birra alla cannabis: disponibile sia in varietà ricche di THC che di CBD, la birra infusa di THC eleva la mente e rilassa il corpo, contenendo 5-10mg di cannabinoide. Anche il luppolo, come la cannabis, contiene terpeni come l’umulene e il mircene che potenziano gli effetti del THC e del CBD.
  • Liquidi per le sigarette elettroniche: per acquistare i prodotti di qualità migliore che contengono il liquido al CBD, bisogna rivolgersi a un rivenditore autorizzato e affidabile.

Articoli correlati

Back to top button