Cronaca

Caso Suarez, la confessione del giocatore: conosceva le risposte prima dell’esame

L'ammissione durante l'interrogatorio che si è svolto oggi

La confessione di Luis Suarez durante l’interrogatorio di oggi: il giocatore era stato messo al corrente delle risposte dell’esame di italiano prima dell’inizio della prova, sostenuta presso l’Università per Stranieri di Perugia.

Il giocatore, ascoltato oggi dai magistrati, in videoconferenza, ha fornito altri dettagli in merito a quell’esame che, fin da subito, era sembrato una vera e propria “farsa”.

“Conoscevo le risposte dell’esame di italiano”: la confessione di Luis Suarez

Una “farsa” che ha scatenato un terremoto, tanti sotterfugi per poi non arrivare nemmeno a giocare nel campionato italiano: l’uruguaiano Luis Suarez oggi ha ammesso davanti ai magistrati l’imbroglio del finto esame, e ha rivelato ulteriori dettagli, che potrebbero portare ad altri pesanti risvolti dell’inchiesta.

Le domande

Il calciatore uruguayano, finito poi all’Atletico Madrid, alla fine di settembre si era recato a Perugia per sostenere l’esame di livello B1 di lingua italiana all’Università per stranieri. Successivamente, era venuta fuori una parte dell’esame effettivo: al candidato era stata chiesta una breve presentazione di sé stesso prima di guardare e descrivere in italiano fluente due immagini. Poi una domanda sulla famiglia di Suarez e successivamente un racconto immaginario su una “situazione comunicativa” in cui Suarez ha dovuto parlare del suo trasferimento in una nuova città (in quel momento era Torino, per l’interessamento della Juve) e del consiglio chiesto a una vicina “un bel posto dove poter trascorrere una domenica” con moglie e figli.

Intercettazione

Negli atti dell’inchiesta della Procura di Perugia è finita anche una frase pronunciata durante l’esame da uno dei membri della commissione, intercettata dalla Guardia di Finanza “Fagli scegliere queste due immagini”. “Gli ha fatto la simulazione dell’esame, e abbiamo praticamente concordato quello che gli farà all’esame”.

 

Articoli correlati

Back to top button