Almanacco

“Corona non perdona”: Fabrizio Corona, il re indiscusso degli eccessi e degli scandali

Personaggio televisivo e imprenditore italiano, noto soprattutto per i suoi scandali, le relazioni con bellissime donne dello spettacolo e per i numerosi processi giudiziari a suo carico

Fabrizio Maria Corona, il re dell’eccesso, è un personaggio televisivo e imprenditore italiano, noto soprattutto per i suoi scandali, le relazioni con bellissime donne dello spettacolo e per i numerosi processi giudiziari a suo carico.

Fabrizio è stato partner e amministratore dell’agenzia fotografica di Milano, Corona’s, il suo lavoro lo ha portato poi ad essere una delle figure centrali dell’indagine-scandalo Vallettopoli della Procura di Potenza sulle estorsioni ai danni di diversi personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport.

Fabrizio Corona, il re degli eccessi e degli scandali

Fabrizio Corona nasce a Catania il 29 marzo 1974 in una famiglia di giornalisti, infatti, il padre era il noto giornalista Vittorio Corona, lo zio Puccio era giornalista parlamentare, a svolgere tale lavoro sono anche la madre, Gabriella Previtera e uno dei fratelli, Federico. Anche Fabrizio è un giornalista ma in realtà ha dichiarato di aver comprato la patente con i soldi vinti al Casinò di Cannes.

Fabrizio possiede solo la licenza media, questo perché si fece bocciare all’esame di maturità, etichettando un professore della commissione come “ciccione e omosessuale”. Un carattere che faceva già presagire i futuri eccessi di questo personaggio televisivo.

L’incontro con Lele Mora

Nel 1998 arriva l’incontro che gli cambierà la vita, inizia, infatti, la sua collaborazione con Lele Mora, famoso agente dello spettacolo. Quell’incontro e le opportunità che quel rapporto ne conseguivano, fece nascere in Fabrizio una nuova idea, così nel 2001, fondò l’agenzia fotografica di Milano: Corona’s.

Lele Mora sembra però poco interessato a cambiare la sua agenzia ma invitò Corona a proseguire da solo nel progetto assicurandogli il suo appoggio.

Il servizio fotografico, di attrici e attori famosi, si svolgeva in due step: uno in uno studio e l’altro pedinando la vittima e fotografandola nella sua intimità.

Attraverso questo sistema non entra solo nel business del gossip ma anche in un brutto giro di soldi sporchi, iniziano a emergere giri di prostituzione che spesso debordava in estorsioni e in riciclaggio.

Fabrizio approfittata delle loro debolezze e dei momenti difficili dei vip e dei sportivi, tra cui ricordiamo: Marco Melandri, Francesco Totti, Alberto Gilardino, Trezeguet, Francesco Coco

L’inchiesta Vallettopoli e il primo arresto

Il 12 marzo del 2007 però Fabrizio Corona viene scoperto e arrestato: con l’inchiesta Vallettopoli venne accusato di estorsione, associazione a delinquere e sfruttamento della prostituzione. Durante il processo il caso si sgonfia e Fabrizio viene condannato solo a tre mesi di detenzione.

Le azioni negative, causate ai danni di tanti nomi celebri coinvolti, insieme alla sua aria arroganza e strafottenza tipica di un “vero duro” non fa che accrescere la sua forte popolarità.

Persino in carcere Corona coltiva il suo personaggio: realizza un servizio fotografico che lo ritrae dietro le sbarre, scrive un libro, La mia prigione; e pubblica la canzone Corona non perdona con il rapper Kalief.

Tra il 2007 e il 2008, i primi proscioglimenti e i rinvii a giudizio sembrano far tramontare il caso Vallettopoli, a proseguire sono solo i processi legati ai tentativi di estorsione ai danni degli ex interisti Adriano e Coco e al motociclista Melandri; l’iniziale condanna a 3 anni e 8 mesi di reclusione si riduce infine a 1 anno e 5 mesi.


fabrizio-corona-fama-arresto-donne-truffe


Il secondo arresto e la comunità

La condanna più pesante arriva però nel giugno 2012: 3 anni e 12 mesi per bancarotta fraudolenta causata con la Corona’s (fallita il 4 dicembre 2008). Quando la Cassazione conferma la condanna, Fabrizio sparisce nel nulla per poi costituirsi, alcuni giorni dopo, a Lisbona.

Pubblica, inoltre, un nuovo libro Mea culpa dove continua a far parlare di sé e dei suoi apparenti disturbi psichici manifestati durante gli ultimi mesi di reclusione.

Nei 2 anni, 4 mesi e 23 giorni di detenzione, continua a gestire i suoi affari anche da lontano, grazie all’aiuto del fratello Federico e della mamma Gabriella.

Fabrizio uscì dal carcere il 18 giugno 2015, ammettendo la dipendenza dalla cocaina, subito dopo questa dichiarazione, entra in una comunità di recupero, la Don Mazzi.

Subito dopo essere uscito dalla comunità aveva infatti iniziato nuovamente a lavorare, comparendo come ospite in numerosi locali italiani.

Il terzo arresto e il trasferimento nell’istituto di cura

Nell’ottobre del 2016 vengono trovati dei soldi nascosti dallo stesso Fabrizio, nel contro soffitto di casa della sua collaboratrice Francesca Persi e in due cassette di sicurezza custodite in Austria, per un totale di 2,7 milioni di euro in contanti.

Il 10 ottobre dello stesso anno il tribunale revocò quindi l’affidamento in prova ai servizi sociali di Corona, a causa di una presunta intestazione fittizia di beni, commessa durante l’affidamento, sequestrandogli anche l’abitazione, perché intestata a prestanomi.

Il 21 febbraio 2018 il giudice del tribunale di sorveglianza di Milano dispose, nei confronti di Corona, l‘affidamento provvisorio e terapeutico in una comunità di Limbiate.

Il 15 maggio, dello stesso anno, venne disposto che Corona poteva tornare a svolgere la sua attività lavorativa: furono estesi gli orari fuori dal domicilio e gli era stato consentito l’utilizzo del telefono e dei social network per la promozione delle attività che svolgeva.

Questa generosità da parte della magistratura durò ben poco: Corona non aveva rispettato le norme, non dichiarava nessun spostamento e per tali motivi, il 20 marzo 2019 gli venne sospeso l’affidamento terapeutico, ritornando così di nuovo in carcere.

Il 7 dicembre 2019 però venne disposto il trasferimento di Corona in un istituto di cura vicino a Monza per curare alcune patologie psicologiche e finire di scontare la pena, il cui termine è previsto nel marzo 2024.

Questa scelta fu presa dopo alcune segnalazioni da parte dell’équipe del carcere di San Vittore, che avevano segnalato un patologico progredire di disturbi della personalità borderline associati a tendenze narcisistiche ed episodi depressivi che necessitavano terapie farmacologiche.

Le liti con Ilary Blasi e Barbara D’Urso

La conduttrice, Barbara D’Urso, ha chiesto e ottenuto 100.000 euro di risarcimento in quanto nel dicembre 2009 quest’ultimo, intervenuto telefonicamente durante la puntata di Pomeriggio Cinque dove era ospite la giornalista Beatrice Baratto che riferiva di averlo querelato per truffa, ebbe un battibecco anche con la stessa conduttrice.

Secondo quanto detto dalla D’Urso, Corona aveva pubblicato in prima pagina una foto del proprio figlio intento a fumare una sigaretta sostenendo che stesse invece fumando uno spinello.

In seguito, Corona scrisse dal carcere una lettera di scuse a Barbara D’Urso, letta dalla stessa conduttrice a Domenica Live il 18 gennaio 2015.

Durante la puntata del Grande fratello Vip del 25 ottobre 2018, Corona fu ospite della trasmissione per chiarire con la sua ex, Silvia Provvedi. Ma la presentatrice, Ilary Blasi, con la quale i rapporti non erano proprio sereni, gli ha rinfacciato in diretta di aver messo in circolazione voci false sul presunto tradimento di Totti con Flavia Vento.


fabrizio-corona-fama-arresto-donne-truffe


Nel gennaio del 2019 esce il suo libro Non mi avete fatto Niente nel quale Corona porta alla luce alcune interessanti verità sulla sua vita ma anche su quella di altri vip molto famosi.

La vita privata di Corona

Nel 2001, Fabrizio, ha sposato la modella croata Nina Morić, da cui ha avuto un figlio, Carlos Maria. Nel 2007 la Morić ha chiesto la separazione, e successivamente lei e Corona hanno perso l’affidamento del bambino, che è stato affidato alla madre di Corona.


fabrizio-corona-fama-arresto-donne-truffe


Dal 2009 al 2012 è stato legato alla showgirl Belen Rodriguez, un rapporto molto chiacchierato e sempre sotto i riflettori ma dopo l’interruzione di gravidanza dell’argentina, anche la loro relazione terminò.


fabrizio-corona-fama-arresto-donne-truffe


Nel 2015 Corona si lega a Silvia Provvedi, cantante del duo Le Donatella. Durante il periodo della detenzione la cantante era stata molto vicina a Fabrizio, aspettandolo assiduamente. Ma Corona, poco tempo dopo essere uscito dal carcere, ha rivelato a Chi:

“Lei è diventata trasparente (…) Mi spiace, ma avevo da subito fame di vita. E non degli abbracci di Silvia”.


fabrizio-corona-fama-arresto-donne-truffe


Dopo la separazione con la cantante, Fabrizio ha avuto altre due brevi storie d’amore: quella con Zoe Cristofoli, nata nell’agosto 2018 ma conclusasi subito, infatti, già a novembre dello stesso anno, viene paparazzato in compagnia di Asia Argento.

Anche questa relazione, nata nel chiacchiericcio, ha avuto vita breve. Ma dal 2021 sembra che la relazione tra i due sia magicamente rinata…quanto durerà questa volta?


abrizio-corona-fama-arresto-donne-truffe


 

Articoli correlati

Back to top button