Guerra

Guerra Russia-Ucraina, 81° giorno di conflitto | TUTTE LE NOTIZIE IN DIRETTA

Ottanuesima notte di paura e combattimenti in Ucraina

Guerra tra Russia Ucraina, tutte le ultimissime notizie degli ultimi minuti di oggi, domenica 15 maggio.  Una minaccia che non potrà rimanere senza risposta” assicura Putin. I russi si ritirano da Kharkhiv ma concentrano le truppe in Donbass. Zelensky ammette: “Difficile evacuare l’Azovstal”. Ankara offre intanto una nave per portare i profughi ucraini a Istanbul. L’Ucraina vince l’Eurovision Song Contest. Trionfa la Kalush Orchestra “La nostra musica conquista l’Europa” il commento di Zelensky.


COSA È SUCCESSO IERI


Guerra Russia Ucraina, le ultimissime notizie di oggi 15 maggio: la diretta

Secondo e ultimo giorno oggi a Berlino del vertice informale Nato dei ministri degli Esteri. Putin avverte la Finlandia che l’ingresso nell’Alleanza atlantica è “un grave errore” e costituisce per la Russia una minaccia che non potrà rimanere senza risposta. La Turchia apre invece all’adesione di Helsinki e della Svezia alla Nato, ma chiede che smettano di sostenere il Pkk. Ankara offre intanto una nave per portare i profughi ucraini a Istambul. I negoziati tra Russia e Ucraina si stanno concentrando in queste ore sull’evacuazione di 60 persone (medici e i feriti più gravi) dall’acciaieria Azovstal di Mariupol. Kiev sostiene che i russi si stanno ritirando dalla regione di Kharkiv cercando di assicurarsi Donetsk, Lugansk e Kherson.

Giunto a Zaporizhzhia convoglio auto civili da Mariupol

Un convoglio di centinaia di macchine con sfollati provenienti da Mariupol è arrivato nella notte a Zaporizhzhia, dopo aver atteso per giorni il via libera delle truppe russe. Nella città meridionale, restano intrappolati nell’acciaieria Azovstal soldati ucraini, tra cui membri del battaglione Azov. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha riferito ieri di negoziati in corso “molto complessi” per cercare di ottenere l’evacuazione dei feriti.

Zelensky: “Vincere per prevenire carestia globale”

Prima le terre ucraine verranno liberate dagli invasori russi e prima sarà possibile ripristinare la sicurezza alimentare, ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel suo ultimo discorso video. “Sostenere ora l’Ucraina, e soprattutto con le armi, significa lavorare per prevenire la carestia globale. Prima libereremo la nostra terra e garantiremo la sicurezza dell’Ucraina, prima sara’ possibile ripristinare lo stato normale del mercato alimentare”, ha detto Zelensky citato anche dall’agenzia Ukrinform.

Zelensky: blocco russo dei porti ucraini può “provocare crisi alimentare su larga scala”

Il presidente ucraino in un video-discorso notturno dice: “I russi stanno minacciando apertamente il mondo che ci sarà una carestia in decine di Paesi”. Poi spiega che “sono in corso trattative molto complesse sulla prossima fase della missione di evacuazione dallo stabilimento Azovstal di Mariupol.

Nato, per l’adesione serve unanimità: come funziona e gli ostacoli per Svezia e Finlandia

L’ingresso nell’alleanza atlantica è subordinato a una serie di requisiti e al parere favorevole di tutti i Paesi membri. La Turchia ha detto che quello di Helsinki e Stoccolma sarebbe un “errore”.

Zelensky: “Situazione in Donbass resta molto difficile”

La situazione nel Donbass “rimane molto difficile”. Lo ha dichiarato il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in un messaggio video. “Nell’ottantesimo giorno di invasione su vasta scala, ciò sembra particolarmente folle ma non stanno interrompendo i loro sforzi”, ha aggiunto Zelensky.

Guerra, missili colpiscono infrastruttura a Leopoli

L’attacco è avvenuto questa mattina ed ha colpito all’alba un’infrastruttura militare nella regione di Leopoli. Lo riferisce l’agenzia ucraina Ukrinform, citando l’amministrazione locale. Al momento non è chiaro se ci siano vittime o danni ingenti.

Guerra, attacco a Zaporizhia

Continua la guerra tra Ucraina e Russia, attacco nella regione di Huliaipole, a Zaporizhia: sono state rase al suolo alcune case, garage e aree residenziali.

Articoli correlati

Back to top button