Cronaca

Coronavirus in Italia, il bollettino del 29 ottobre: 26.831 contagi su oltre 200mila tamponi

Covid, la curva dell'epidemia non si abbassa: i casi aumentano di giorno in giorno

Il bollettino dell’emergenza coronavirus in Italia relativo alla giornata di oggi, 29 ottobre, registra 26.831 nuovi casi di Covid-19 su 201.452 tamponi processati. Oggi sono 217 i nuovi decessi. Ecco i dati del bollettino oggi, 29 ottobre.

  • Casi giornalieri: 26.831 (casi totali 616.595)
  • Morti: 217 (totale vittime 38.122)
  • Guariti: 3.878 (totale 279.282)
  • Tamponi giornalieri: 201.452

Alla luce dei dati degli ultimi giorni, la Fondazione Gimbe ha lanciato un nuovo allarme e ha riproposto l’ipotesi del lockdown totalePer dimezzare il valore di Rt – secondo la Fondazione servono 28 giorni di lockdown totale, tempi che in Italia potrebbero dilatarsi ulteriormente per il ritardo sempre maggiore nella notifica dei casi”.

Coronavirus, il bollettino di oggi, 29 ottobre

Aumentano i tamponi e aumentano anche i nuovi casi di Coronavirus. Stando all’ultimo bollettino della Protezione Civile e del Ministero della Salute in 24 ore sono stati registrati 26.831 nuovi casi di positività al virus, +1.840 rispetto a ieri, con 201.452 tamponi (+2.500). I ricoveri in terapia intensiva sono +115, per un totale di 1.651 pazienti. Aumentano anche i decessi: +217 (ieri erano +205). Il numero totale di persone guarite o dimesse passa da 275.404 a 279.282. Attualmente in Italia ci sono 299.191 persone positive alla Covid-19.


bollettino-coronavirus-italia-29-ottobre-casi-morti


I positivi al Covid-19 Regione per Regione

Ecco i dati sulle persone attualmente positive al Coronavirus regione per regione:

  • 67.884 in Lombardia
  • 29.712 nel Lazio
  • 19.713 in Emilia Romagna
  • 37.704 in Campania
  • 23.970 in Toscana
  • 25.787 in Piemonte
  • 21.600 in Veneto
  • 12.188 in Sicilia
  • 9.437 in Puglia
  • 5.348 in Sardegna
  • 7.478 in Liguria
  • 5.029 in Abruzzo
  • 3.732 in Friuli Venezia Giulia
  • 4.526 nelle Marche
  • 4.999 in Umbria
  • 2.504 in Calabria
  • 3.921 a Bolzano
  • 1.184 in Basilicata
  • 1.767 a Trento
  • 699 in Molise
  • 1.430 in Valle d’Aosta

Il bollettino del 28 ottobre in Campania

Il bollettino del 29 ottobre relativo all’emergenza coronavirus in Campania riporta 3103 nuovi casi di contagio su 17.735 tamponi effettuati (dato che comprende lo screening di Arzano). Segnalati anche 20 nuovi decessi (avvenuti tra il 24 ed il 28 ottobre, totale 644) e 265 guariti per un totale di 10537. Si registra dunque un nuovo record di contagi giornalieri: fino ad oggi il dato massimo era stato registrato il 27 ottobre con 2761 nuovi contagi in un solo giorno.

QUI IL DETTAGLIO

Il bollettino del 28 ottobre in Vento

Sono 16 i decessi nelle ultime 24 ore a causa del Covid in Veneto. Dall’inizio dell’epidemia, il 21 febbraio scorso, il totale dei decessi sale così a 2371, mentre sono più di 2 mila i nuovi casi positivi in regione, per un totale di 51244. Sono 57 i nuovi ricoveri negli ospedali, per un totale di 859; sono 8 i nuovi pazienti ricoverati nelle terapie intensive, per un totale di 102 ricoverati; 17 mila le persone in isolamento domiciliare. Lo riporta il bollettino della Regione Veneto aggiornato alle ore 8 di oggi. Si avvicina sempre più quindi il passaggio in Veneto alla Fase 3, in cui sono già peraltro le province di Treviso e Belluno.

Il bollettino del 28 ottobre nel Lazio

Su oltre 25mila tamponi oggi nel Lazio (+2.217) si registrano 1.995 casi positivi (+32), 15 i decessi (-4) e 214 guariti (+74). Il rapporto tra positivi e tamponi scende sotto l’8%. Continua il potenziamento della rete ospedaliera COVID. Il valore settimanale RT è 1,49 leggermente più basso a Roma città metropolitana e più alto nelle province. E’ prioritario raffreddare la curva dei contagi. Domani allo Spallanzani verrà svolta la formazione di 19 team (composti ciascuno da un ufficiale medico e due sottoufficiali infermieri) del COI – Comando Operativo Interforze della Difesa che entreranno in campo per rafforzare il lavoro dei drive-in in tutte le Asl.

Nella Asl Roma 1 sono 409 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi a domicilio e ventitre sono ricoveri. Si registrano tre decessi di 74, 86 e 87 anni con patologie. Nella Asl Roma 2 sono 454 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Centocinquantacinque i casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano quattro decessi di 57, 74, 67 e 79 anni con patologie. Nella Asl Roma 3 sono 190 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sette sono ricoveri.

Nella Asl Roma 4 sono 105 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto e un caso con link al cluster della RSA Gonzaga di Ladispoli dove è in corso l’indagine epidemiologica. Nella Asl Roma 5 sono 112 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Cinque sono ricoveri.

Nella Asl Roma 6 sono 206 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Nelle province si registrano 519 casi e sono otto i decessi nelle ultime 24h. Nella Asl di Latina sono centotrentasei i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso.

Nella Asl di Frosinone si registrano centottantaquattro nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Undici sono ricoveri. Nella Asl di Viterbo si registrano centosessantasei nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano sette decessi di 57, 83, 85, 87, 88, 90 e 98 anni con patologie. Nella Asl di Rieti si registrano trentatre nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto” commenta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Il bollettino del 28 ottobre in Toscana

In Toscana sono 38.958 i casi di positività al coronavirus, 1.966 in più rispetto a ieri (1.647 identificati in corso di tracciamento e 319 da attività di screening). I nuovi casi sono il 5,3% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 2,6% e raggiungono quota 13.678 (35,1% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.056.864, 15.594 in più rispetto a ieri. Sono 9.904 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 19,9% è risultato positivo.

A questi si aggiungono i 842 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 23.970, +7,2% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.093 (106 in più rispetto a ieri), di cui 137 in terapia intensiva (7 in più). Purtroppo, oggi si registrano 13 nuovi decessi: 7 uomini e 6 donne con un’età media di 84,4 anni. L’età media dei 1.966 casi odierni è di 44 anni circa (il 15% ha meno di 20 anni, il 27% tra 20 e 39 anni, il 34% tra 40 e 59 anni, il 17% tra 60 e 79 anni, il 7% ha 80 anni o più).

Sono 11.774 i casi complessivi ad oggi a Firenze (670 in più rispetto a ieri), 3.035 a Prato (191 in più), 2.969 a Pistoia (188 in più), 2.580 a Massa (118 in più), 4.007 a Lucca (172 in più), 4.937 a Pisa (198 in più), 2.575 a Livorno (94 in più), 3.593 ad Arezzo (223 in più), 1.771 a Siena (61 in più), 1.167 a Grosseto (51 in più). Sono 550 i casi positivi notificati in Toscana, ma residenti in altre regioni.

Sono 1.049 quindi i casi riscontrati oggi nell’Asl Centro, 582 nella Nord Ovest, 335 nella Sud est. La Toscana si trova al 9° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 1.045 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 977 x100.000, dato di ieri). Le province di notifica con il tasso più alto sono Massa Carrara con 1.324 casi x100.000 abitanti, Pisa con 1.178, Prato con 1.178, la più bassa Grosseto con 527.

Complessivamente, 22.877 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (1.504 in più rispetto a ieri, più 7%). Sono 28.586 (2.831 in più rispetto a ieri, più 11%) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate (ASL Centro 11.150, Nord Ovest 10.971, Sud Est 6.465). Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 1.093 (106 in più rispetto a ieri, più 10,7%), 137 in terapia intensiva (7 in più rispetto a ieri, più 5,4%).

Il bollettino del 28 ottobre in Puglia

Oggi in Puglia si registrano 716 nuovi casi di Coronavirus su 7.083 test analizzati. I decessi sono sette. Oggi, dunque, si segnala una flessione di nuovi positivi rispetto ai 772 casi che ieri sono stati rilevati su un campione più limitato, ovvero 6.437 test. Anche il numero dei decessi è sceso rispetto ai 13 di ieri. I 716 nuovi positivi rilevati oggi sono 240 in provincia di Bari, 41 in provincia di Brindisi, 48 nella provincia BAT, 208 in provincia di Foggia, 48 in provincia di Lecce, 129 in provincia di Taranto.

Un caso è attribuito a residente fuori regione, di un altro non si conosce la provincia. I 7 decessi sono avvenuti 2 in provincia di Bari, 5 in provincia di Foggia. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 544.675 test. Sono 6361 i pazienti guariti; 10.002 i casi attualmente positivi.

Il bollettino del 28 ottobre in Basilicata

I contagi da coronavirus continuano a crescere anche in Basilicata, dove ieri sono stati registrati 106 casi positivi su 1.004 tamponi analizzati. Di questi 106 – secondo quanto reso noto dalla task force regionale – 86 riguardano persone residenti in Basilicata, facendo così aumentare in 24 ore il numero totale da 1.073 a 1.145 (1.064 in isolamento domiciliare).

In particolare, 22 nuovi casi positivi riguardano Genzano di Lucania (Potenza), comune di circa seimila abitanti, dove la sindaca, Viviana Cervellino, già nei giorni scorsi, a causa di un focolaio, aveva disposto lo stop alla scuola in presenza fino al prossimo 31 ottobre. E nelle prossime ore potrebbero essere prese altre decisioni per questo comune.

Nel bollettino diffuso dalla task force sono segnalate anche 14 guarigioni (in totale 605). Sono invece 81 (rispetto alle 80 del precedente aggiornamento) le persone ricoverate con il covid negli ospedali lucani: sette in terapia intensiva (due al San Carlo di Potenza e cinque al Madonna delle Grazie di Matera). Dall’inizio dell’emergenza sanitaria, in Basilicata sono morte 47 persone e sono stati analizzati 100.471 tamponi, 98.220 dei quali sono risultati negativi.


Leggi anche:



Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button