Cronaca
Trending

Coronavirus, il bollettino di oggi 27 febbraio: 18.916 contagi e 280 morti

Il bollettino dell'emergenza coronavirus in Italia relativo alla giornata di oggi, 27 febbraio

Arrivano i dati aggiornati sui contagi da Coronavirus in Italia. Il bollettino della Protezione Civile e Ministero della Salute di oggi, 27 febbraio. I dati relativi alla giornata di ieri, 26 febbraio, riportavano: 20.499 nuovi casi e 253 morti.

Le varianti del Covid continuano a preoccupare l’Italia, con l’indice Rt che trona a crescere in diverse zone. Da lunedì scatta la nuova mappa dei colori delle regioni mentre dal 6 marzo entrerà in vigore il nuovo Dpcm, il primo del Governo Draghi.

Covid: il bollettino di oggi, 27 febbraio

Oggi 18.916 nuovi casi e 280 morti. I tamponi totali (molecolari e antigenici) sono 323.047. Il tasso di positività al 5,9%. Continua la crescita dei ricoveri (+80) e delle terapie intensive (+22), con 163 ingressi nella giornata di oggi.


covid-bollettino-italia-oggi


I dati dalle regioni

Campania

Emergenza Covid in Campania, il bollettino con i dati della giornata di oggi, sabato 27 febbraio: 2.215 nuovi casi su 22.732 tamponi processati, 14  decessi e 911 guariti. Il bollettino relativo alla giornata di ieri, venerdì 26 febbraio, ha registrato 2519 nuovi casi su 22.416  tamponi processati, 11 decessi e 1.779 guariti.

Veneto

È tornato a stabilizzarsi sopra i 1.000 casi giornalieri il trend dei contagi Covid in Veneto. Sono 1.285 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore, e 23 i decessi. Dati che portano il totale degli infetti da inizio epidemia a 332.736, e a 9.837 quello delle vittime. Si ripete anche oggi l’andamento inverso negli ospedali tra i ricoverati nei normali reparti medici e quelli nelle terapie intensive: queste ultime, con 136 posti occupati, registrano un aumento (+2). mentre scende di 10 unità (1.187) il numero dei pazienti in area non critica.

Toscana

I nuovi casi positivi registrati in Toscana nelle 24 ore sono 1.126 su 23.360 test di cui 14.562 tamponi molecolari e 8.798 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 4,82% (9,1% sulle prime diagnosi). I dati sono stati diffusi dal presidente della Regione Eugenio Giani. Il numero dei nuovi casi è più basso rispetto a ieri (erano 1.254), a fronte di un numero di test appena più alto (erano 23.028), con una flessione del tasso di positivi (era del 5,45%). SI registrano altri 20 decessi.

Marche

Nelle Marche sono stati individuati nelle ultime 24 ore 798 nuovi casi di ‘Covid-19’, il 25% rispetto ai 3.197 tamponi processati all’interno del percorso per le nuove diagnosi; il giorno precedente, i positivi erano stati 686, il 29,6% dei 2.318 test effettuati. I nuovi casi sono stati individuati 183 in provincia di Macerata, 383 in provincia di Ancona, 78 in quella di Pesaro-Urbino, 73 nel Fermano, 65 nel Piceno e 16 fuori regione. Questi casi comprendono 103 soggetti sintomatici.

Sempre ieri, sono stati effettuati 2.718 test antigenici e riscontrati 249 casi di positività (9,2%), che saranno sottoposti al tampone molecolare, e 2. 549 tamponi nel percorso guariti, che fanno decrescere il rapporto complessivo positivi/testati, ora al 13,5% rispetto al 19,7% del giorno precedente.

Alto Adige

In Alto Adige sono stati individuati altri 15 casi di variante sudafricana. I nuovi casi sono stati rilevati in parte a Merano e negli altri Comuni già coinvolti, mentre ora si aggiungono Silandro, Tirolo e Parcines. Complessivamente fino ad oggi sono stati rilevati 31 casi di variante sudafricana, 220 casi della variante spagnola, 220 della britannica e 90 della ceca. Il direttore generale dell’Azienda sanitaria altoatesina Florian Zerzer sottolinea che “sono stati prelevati campioni da tutte le parti della provincia per il sequenziamento.

Finora sono stati processati 630 tamponi ed i casi della mutazione sudafricana sono stati trovati solo nella zona di Merano, Val Passiria e Val Venosta”. Per quanto riguarda invece il bollettino Covid giornaliero, si segnalano 4 decessi e 371 nuovi casi tramite tampone pcr e antigenico. I pazienti ospedalizzati sono 413, di cui 36 in terapia intensiva in Alto Adige e altri 3 in Austria.

Basilicata

In Basilicata – che da lunedì prossimo, 1 marzo, sarà zona rossa – ieri sono stati analizzati 1.438 tamponi molecolari: 131 sono risultati positivi e di questi 120 appartengono a residenti in regione. È stato registrato un decesso, con il totale delle vittime lucane salito a 359. Sono 89 (due in più di ieri) le persone ricoverate negli ospedali lucani, delle quali sette (come ieri) in terapia intensiva, quattro al San Carlo di Potenza e tre al Madonna delle Grazie di Matera.

Con 28 guarigioni registrate nelle ultime 24 ore, il numero dei lucani attualmente positivi è di 3.736 (3.647 in isolamento domiciliare). In totale i guariti lucani sono 11.014.

Lazio

“Oggi su oltre 11 mila tamponi nel Lazio (-3.424) e quasi 21 mila antigenici per un totale di oltre 32 mila test, si registrano 1.347 casi positivi (-192), 20 i decessi (+1) e +1.096 i guariti”. Così l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato.”Aumentano i decessi, mentre diminuiscono i casi, i ricoveri e le terapie intensive – aggiunge – Il rapporto tra positivi e tamponi è a 11%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 4%.

“I casi a Roma città sono a quota 500. In settimana al via il servizio di prenotazione online per la fascia degli over 70 anni”.

Sardegna

Salgono a 41.114 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza: nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 87 nuovi contagi. In totale sono stati eseguiti 759.279 tamponi, per un incremento complessivo di 2.721 test rispetto al dato precedente.

Il rapporto casi positivi-tamponi eseguiti segna un tasso di positività dello 3,1%. Si registrano anche sei decessi (1.153 in tutto). Sono 217 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (-7), mentre sono 19 (-3) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 12.599. I guariti sono complessivamente 26.903 (+63), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente sono attualmente 223.



Articoli correlati

Back to top button