Cronaca
Trending

Covid in Italia, bollettino di oggi 7 gennaio: 18.020 nuovi casi, 414 morti e 15.659 guariti

Il bollettino dell'emergenza coronavirus in Italia relativo alla giornata di oggi, 7 gennaio

Arrivano dati aggiornati sui contagi da Coronavirus in Italia. Il bollettino della Protezione Civile e Ministero della Salute di oggi, 7 gennaio: nuovi casi, morti e guariti. Il bollettino relativo alla giornata di ieri, 6 gennaio, riportava 20.331 nuovi casi, 548 morti e 20.227 guariti.

Sono 322.943 le dosi del vaccino anti Covid di Pfizer somministrate in Italia, secondo il dato aggiornato a questa mattina. I vaccinati sono 196.661 femmine e 126.282 maschi, suddivisi tra 274.669 operatori sanitari, 30.488 unità di personale non sanitario e 17.786 ospiti di Rsa.

La regione che ha somministrato la maggior parte delle dosi ricevute è il Veneto (84,4%), davanti alla Toscana (79,9%) e al Lazio (67,2).

  • NUOVI CASI: 18.020 (2.220.361 in totale)
  • DECEDUTI: 414 (77.291 in totale)
  • DIMESSI O GUARITI: 15.659 (1.572.015 in totale)
  • TAMPONI: 121.275

Coronavirus: il bollettino di oggi, 7 gennaio

Sono 18.020 i nuovi contagi di Coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 (ieri erano invece stati 20.331). Complessivamente dall’inizio dell’emergenza sanitaria i casi sono 2.220.361.

Nelle ultime 24 ore i decessi sono stati 414 , mentre ieri erano 548: il bilancio totale dei morti sale a 77.291 dall’inizio dell’epidemia. I guariti sono 1.572.015 (+15.659 ). I casi attualmente positivi sono 571.055 (+2.343), di cui 23.291 ricoverati in ospedale, mentre i pazienti in terapia intensiva sono 2.587. I tamponi effettuati oggi sono 121.275.


bollettino 7 gennaio


I dati dalle Regioni

Campania

In leggero aumento, in Campania, la percentuale tamponi/positivi. Secondo quanto rende noto l’Unità di crisi della Regione, nelle ultime 24 ore sono 1.052 i casi positivi al Covid, 115 sintomatici su 11.930 tamponi esaminati. La percentuale è dunque pari al 8,81%, ieri era 7.93%.

Veneto

Il Veneto registra 3.596 nuovi contagi e 43 vittime nelle ultime 24 ore. Lo riferisce il bollettino della Regione. Il dato complessivo degli infetti dall’inizio dell’epidemia sale a 277.331, quello dei decessi a 7.157. La pressione sugli ospedali resta alta. I pazienti Covid ricoverati nei reparti non critici sono 2.978 (-1), mentre sale il numero dei malati nelle terapie intensive, 389 (+15).

Toscana

“I nuovi casi positivi sono 667 su 8.377 tamponi molecolari e 1.085 test rapidi effettuati”, comunica il presidente delle Regione Toscana, Eugenio Giani, nel consueto aggiornamento mattutino su Facebook. Sono invece 3.002 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 22,2% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 1.085 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 9.500, +0,5% rispetto a ieri. I ricoverati sono 973 (12 in più rispetto a ieri), di cui 146 in terapia intensiva (stabili). Si registrano, oggi, 18 nuovi decessi: 11 uomini e 7 donne, con un’età media di 82,7 anni.

Marche

Sono 346 nelle Marche i positivi rilevati nelle ultime 24 ore tra le nuove diagnosi. Sono stati testati 3.009 tamponi: 2.188 nel percorso nuove diagnosi (di cui 972 ‘molecolarì e 1.216 nello screening con percorso Antigenico) e 821 nel percorso guariti “con un rapporto positivi/testati pari al 15,8%”.

Dei positivi nel percorso nuove diagnosi 165 sono in provincia di Ancona, 81 nel Maceratese, 24 in provincia di Pesaro Urbino, 26 in provincia di Ascoli Piceno, 19 nel Fermano e 31 fuori regione. “Nel Percorso Screening Antigenico – comunica la Regione – sono stati effettuati 1.216 test e riscontrati 30 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare): il rapporto positivi/testati è pari al 2″». Tra i 346 positivi delle nuove diagnosi 40 persone con sintomi.

Puglia

In Puglia sono stati registrati 3.176 test e sono stati registrati 657 casi positivi: 170 in provincia di Bari, 95 in provincia di Brindisi, 50 nella provincia BAT, 137 in provincia di Foggia, 81 in provincia di Lecce, 129 in provincia di Taranto. 5 casi di provincia di residenza non nota sono stati riclassificati e attribuiti. Sono stati registrati 21 decessi: 6 in provincia di Bari, 7 in provincia BAT, 1 in provincia di Brindisi, 3 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 3 in provincia di Taranto.

Umbria

Sono stati 64 i nuovi positivi accertati in Umbria nell’ultimo giorno, 30.139 totali. Registrati anche 74 guariti e altri tre morti, con gli attualmente positivi ora 4.061, 13 in meno di ieri. I tamponi analizzati sono stati 430, con un tasso di positività in rialzo, al 14,8 per cento, come solitamente accade dopo un giorno festivo. Sostanzialmente stabile la situazione negli ospedali, con 321 ricoverati, uno in meno, 44 (ieri 45) in terapia intensiva.

Basilicata

La task force regionale della Basilicata comunica che nei giorni 5 e 6 gennaio, sono stati processati 2.407 tamponi, di cui 288 (e fra questi 271 residenti in Basilicata) sono risultati positivi. Ieri è deceduta una persona residente a Potenza e nelle due giornate del 5 e 6 gennaio sono state registrate 71 guarigioni. Con questo aggiornamento i lucani attualmente positivi sono 6.166 di cui 6.068 in isolamento domiciliare. Sono 98 le persone attualmente ricoverate.

Abruzzo

Rispetto a ieri in Abruzzo si registrano 229 nuovi casi in più. I morti sono 11. Del totale odierno, 4 casi fanno riferimento a decessi avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl. Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 532.082 tamponi molecolari (+2.284 rispetto a ieri). Sono 478 pazienti (+15 rispetto a ieri) i ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 36 (-3 rispetto a ieri con 1 nuovo ricovero) in terapia intensiva, mentre gli altri 10803 (-26 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Sicilia

Salgono a 24, tra pazienti e sanitari, i positivi nel reparto di Medicina d’urgenza del Policlinico di Palermo. Gli ultimi contagi riscontrati riguardano un medico e un’infermiera. È stato disposto il blocco dei ricoveri e l’isolamento contestualmente degli ultimi 7 pazienti rimasti in corsia



Articoli correlati

Back to top button